Scarica il programma del tour di gruppo: Rieti-Roma

 

LA VIA DI SAN FRANCESCO- VIA DI ROMA: DA RIETI A ROMA

Un viaggio a piedi di 8 giorni 

Fin dal medioevo esistono tre famose vie di pellegrinaggio: Gerusalemme nella Terra Santa, Santiago de Compostella in Spagna e Roma. La ‘Via Francigena di S. Francesco’ è un tratto della Via di Roma,  un sentiero culturale europeo, che parte da Vienna e termina a Roma, che passa per tanti luoghi legati alla vita di San Francesco. Il sentiero che ha come simbolo le chiavi di San Pietro, termina davanti la tomba di S.Pietro a Roma. Ogni anno tanti pellegrini ed amanti del trekking proveniente da tutto il mondo seguono questo sentiero passando eremi, santuari, foreste secolari, oliveti e vallate ricche di arte e di storia. Il sentiero attraversa L’Umbria dal nord al sud ed è specialmente in questa regione, la patria di San Francesco, dove la sua presenza è  più intensa e tutto ci ricorda l’amato santo. Questo viaggio, diviso in 5 tratti, comincia in Toscana al monastero della Verna, dove S.Francesco ricevette le stimmate e per passa diversi eremi e monasteri, come l’eremo di Cerbaiolo ed il monastero di Montecasale, per arrivare alla perla, città natali di Francesco: Assisi. Questa città medievale, situata su un colle dominato dal Monte Subasio, in una splendida posizione sulla Valle Umbra compresa tra i corsi del Chiascio, Topino e Tescio, è la città di nascita di San Francesco (1181/82-1226) e qui ha vissuto gran parte della sua vita. Vale certamente la pena di inserire un extra giorno per vistarla. Lasciando Assisi camminerete nello splendido paesaggio dell’Umbra, così amata da San Francesco, e passate per borghi conosciuti e città medievali come Spello, Foligno, Trevi, Spoleto ed Arrone. L’itinerario segue i passi di San Francesco, che 8 secoli si recò a Roma per incontrare il papa e passate per i luoghi dove soggiornò durante i suoi viaggi. Più ci si avvicina a Roma, la fine del vs. viaggio, più pianeggiante, ma non meno interessante, diventerà il paesaggio.  

 

 

La tappa da Rieti a Roma (8 giorni)

In cammino nella Valle Santa Reatina lasciate Rieti e sulla via Salaria raggiungete Poggio San Lorenzo e Ponticelli di Scandriglia, la cui fama si deve purtroppo al martirio di Santa Barbara. Dopo la visita al Santuario di Santa Maria delle Grazie, che ha ospitato un buon numero di santi, vi muovete alla volta di Montelibretti, Monterotondo e Monte Sacro, un quartiere di Roma famoso per la fonte dell’Acqua Sacra. La tappa termina alla Basilica di San Pietro a Roma, capolavoro architettonico e luogo di culto per eccellenza.

 

Programma in breve:

1° giorno arrivo a Rieti

2° giorno Rieti - Poggio San Lorenzo

3° giorno Poggio San Lorenzo - Ponticelli

4° giorno Ponticelli - Montelibretti 

5° giorno Montelibretti - Monterotondo

6° giorno Monterotondo-Montesacro

7° giorno Montesacro - San Pietro 

8° giorno partenza

 

 

 

Programma

1° giorno

Arrivo individuale a Rieti 

Rieti è situata alle pendici del monte Terminillo, lungo la valle disegnata dal fiume Velino.Se arrivate presto avrete modo di passeggiare tra le vie di questa splendida città e di godere una gustosa cena in uno dei molti locali caratteristici. Potete visitare il Palazzo Comunale, in piazza Vittorio Emanuele II, che fu eretto nel XIII sec. e riedificato nel XVII sec, ed il Duomo, con il suo campanile romanico e il portico del 1458, conserva opere d'arte mirabili. Un tour guidato della Rieti sotterranea è su prenotazione possibile per chi ne fosse interessato.

 

2° giorno

Rieti – Poggio San Lorenzo

Oggi lasciando Rieti conoscerete alcuni dettagli della antica via Salaria (la via del sale), che metteva in collegamento le coste tirreniche con quelle adriatiche. Lungo il cammino si sfiora il grazioso borgo medievale di Ornaro Alto ed alla fine della terza tappa vi aspetta il caratteristico borgo medievale di Poggio San Lorenzo. Il nome dovrebbe averlo ereditato dal passaggio di Sant’Emidio che nel quarto secolo si fermò qui predicando il martirio di San Lorenzo. Le sue parole lasciarono un segno così profondo nei cittadini da decidere di rinominare il loro paese. Il centro abitato e le mura sono di epoca romana. Nel territorio di Poggio San Lorenzo si trova il famoso Giardino Faunistico di Piano dell'Abatino, un parco con una vegetazione tipica della fascia sub mediterranea in cui troviamo la roverella, il leccio, l’acero campestre, l’omiello, il cerro ed il carpine. Nel parco sono ospitati circa 300 esemplari di fauna autoctona ed esotica, tra cui i bradipi, i cervi Axis, i canguri Bennet, i suricati, i lama, i caprioli e gli orsetti lavatori, a scopo di studio ed osservazione.

Lunghezza:21,7 km; Durata: 6  ore; Difficoltà: media; Dislivello: + 274m  -230m

 

3° giorno

Poggio San Lorenzo – Ponticelli di Scandriglia

Oggi il paesaggio assume una particolare bellezza grazie alla contemporanea presenza di monumentali alberi di quercia, all’area archeologica di Trebula Mutuesca, un antica città sabina ed alla Chiesa di Santa Vittoria, che sorge dominante su un’altura..   Per la tradizione, Vittoria, nobile ragazza romana vissuta nel III sec. D.C. , rifiutò le nozze ad un ricco patrizio per consacrarsi a Dio. In esilio a Trebula Mutuesca morì martire. In quel luogo, dove si custodisce ancora il sarcofago, fu’ costruita la chiesa. Nella sua costruzione sono stati impiegati numerosi materiali di recupero da Trebula Mutuesca, è un piccolo gioiello di arte romanica, rimaneggiata nel corso del tempo. All’interno si trova una cisterna, le qui acque miracolose sgorgarono quando Vittoria, una nobile ragazza romana, qui morì martire.

Entreremo poi nel borgo di Poggio Moiano, che si trova su una collina alle falde del monte Moiano, famoso per i quadri floreali creati in occasione della solenne processione durante la festa del Sacro Cuore di Gesù (ultimo sabato di giugno). Sempre nel territorio protetto dai Monti Lucretili si trova il comune di Scandriglia, altra piccola meraviglia che troviamo oggi sul nostro cammino. La fama di Scandriglia si deve soprattutto ad un evento tragico: il martirio di Santa Barbara, che avvenne nel 290. A Scandriglia ci sono diversi luoghi che vale la pena di visitare: Il Palazzo degli Anguillara del XV secolo, è un palazzo signorile dalle pregevoli architetture rinascimentali e tratti tardo-gotici. Vi si conservano affreschi riconducibili alla scuola di Antoniazzo Romano.

A conclusione della giornata ci attende la visita del santuario di Santa Maria delle Grazie, che ha ospitato un buon numero di santi: il beato Bonaventura da Barcellona, san Leonardo da Porto Maurizio, il venerabile Giovanni Battista da Borgogna e frate Angelo Savini da Ponticelli.  Il B&B è appena fuori paese / stasera è incluso la cena

Lunghezza: 21,5 km Durata: 6 ore Difficoltà: facile Dislivello: +670m  -770m

 

4° giorno

Ponticelli di Scandriglia - Montelibretti

Oggi una giornata breve e con poco dislivello. Il sentiero incrocia la strada per Nerola dove potete visitare il castello Orsini posto su un alto sperone di roccia. Attraverso la campagna salite a Montelibretti con Palazzo Barberini (X sec.) Ancora si possono vedere le mura di difesa con torrioni. I frantoi di Montelibretti vi invitano ad un degustazione dell’olio novello. Pernottamento in un B&B

Lunghezza: 14,4 km Durata: 4 ore Difficoltà:  facile/media  Dislivello: +414m  -200m 

 

5° giorno

Montelibretti - Monterotondo  

Presto gli oliveti delle colline lasciano posto a vasti frutteti. Alla fine della camminata la Via Salaria vi porterà a Monterotondo, dove c’è tanto da vedere: la basilica di S.Maria Maddalena (XVII sec), la chiesa della Madonna delle Grazie (XIV-XV sec) ed il palazzo Orsini-Barberini, dove il fiammingo Paul Brill ha affrescato una sala da pranzo. Pernottamento in un *** albergo

Lunghezza: 17,2 km Durata: 5¼ ore Difficoltà:  facile/media  Dislivello: +289m  -262m 

 

6° giorno

Monterotondo – Monte Sacro

Anche oggi l’itinerario e prevalentemente in pianura. Entrate nel parco della marcigliana, una riserva naturale protetta dove è rimasto intatto il fascino della campagna romana con le dolci colline e vallate solcate da profondi fossi. Nella tenuta della Marcigliana fu scoperto il sito di Crustumerium, una delle città più antiche del Lazio protostorico. Lasciamo il parco alle spalle e vi avvicinate sempre di più alla città di Roma, il climax della Via di Roma. La fine della tappa di oggi è a Montesacro, un quartiere di Roma che nasce nel 1924. Tra i luoghi d’interesse ricordiamo la fonte dell’ Acqua Sacra dove molti romani fanno rifornimento di acqua minerale così come sgorga dalla fonte. Pernottamento in un B&B

Lunghezza: 18,3 km Durata: 5  Difficoltà:  facile Dislivello: +13m  -125m

 

7° giorno

Monte Sacro – Basilica di S.Pietro

Quante cose dovremmo dire sulla tappa di oggi! C’è così tanto da vedere che servirà una intera guida turistica per farvi il riassunto.  Passate vicino alla moschea ed all’Audidorium “Parco della Musica” ( che ospita i maggiori spettacoli musicali in programma a Roma) ed attraversate uno dei più antichi ponti di Roma il Ponte Milvio (IV-III sec. a. C).  Proseguite lungo la riva destra del Tevere fino al bellissimo Ponte Sant’Angelo, che fin dall'epoca medievale fu la via più frequentata dai pellegrini diretti a  San Pietro. Passate Castel Sant’Angelo e finalmente… forse stanchi, ma sicuramente soddisfatti camminando lungo Via della Conciliazione arrivate all’impressionante basilica di San Pietro dove nella cripta si trova la tomba  di S.Pietro… la fine del vostro viaggio.

Lunghezza: 15,3 km  Durata: 4¼ ore  Difficoltà:  facile  Dislivello: +30m  -0m

 

8° giorno

Partenza

 

 

Il viaggio comprende:

  • 7 pernottamenti con colazione in 3 e 4 stelle alberghi, agriturismo e B&B

  • 1 cena a Ponticelli

  • assistenza clienti

  • trasporto bagagli

  • descrizioni e mappe (in Italiano, Inglese o Olandese)

  • informazioni sul tour

  • le transfer come nominate nel programma  

 

 

 

Periodo

tutto l'anno. 

Livello 3

Per camminatori con qualche esperienza. Itinerari in media/alta montagna con qualche ripida salita o discesa. Distanze giornaliere tra 10-28 km con una media di percorrenza di 3 km all'ora. I percorsi si svolgono su sentieri, stradine di montagna o di campagna.

Prezzo p.p.2017

In una camera doppia      € 565 /  CHF 605

In camera singola      € 655  /  CHF 705

Viaggiando da solo    € 800  /  CHF 865

supplemento mezza pensione (3 cene)  € 56 /  CHF 60

Su richiesta

extra pernottamenti, sconto senza trasporto bagagli, tracce per gps

 

Contattateci per il programma dettagliato !

Vedi anche: La Verna-Città di Castello; Città di Castello-AssisiAssisi-Spoleto; Spoleto- Rieti